Eventi PA

Il sistema di partecipazione alle attività per la Pubblica Amministrazione

Si apre la fase di formazione dei cittadini monitori dell'iniziativa MI.MO. - I cittadini Migliorano la Mobilità: il 4 novembre, dalle ore 14.30 alle 18.00, ed il 5 novembre, dalle ore 9 alle 12.30, si tengono a Bari due incontri illustrativi del metodo e degli strumenti di valutazione rivolti ai cittadini monitori del servizio TPL.
Si tratta della terza fase di un percorso che intende promuovere la  partecipazione attiva dei cittadini nella valutazione dei servizi di trasporto pubblico locale. Cittadini volontari, con il supporto di  esperti, condurranno l’osservazione, intervisteranno i responsabili delle aziende di trasporto e formuleranno giudizi e proposte di miglioramento.
L'iniziativa MI.MO. è organizzata in collaborazione con l’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e alla Mobilità della Regione Puglia e rientra nell'ambito della Linea di attività "Partecipazione dei cittadini nei processi di miglioramento della mobilità" del Piano di lavoro della Regione Puglia del progetto ETICA.

Data inizio: 
4 Novembre 2011 - ore 14:30
Ambito territoriale: 
Puglia
Tipo attività: 
Destinatari: 
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Parte il 15 novembre in Calabria il percorso di assistenza integrata sul PISR "Beni confiscati alla criminalità organizzata" per il trasferimento di competenze relative alla capacità di progettazione secondo il modello del Project Cycle Management (PCM). Organizzato nell’ambito dell’attività di supporto tecnico all’Autorità di Gestione della Regione Calabria, l'intervento sul PCM è articolato in stretta connessione con le attività attinenti i progetti per la gestione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata.

Il percorso ha l'obiettivo di trasferire conoscenze sulla realizzazione, gestione, valutazione e monitoraggio dei Progetti (Operazioni) con la metodologia del Project Cycle Management, favorendo la diffusione di uno schema di progettazione unitario e di un linguaggio comune per lo sviluppo di progetti sempre più efficaci in termini di adeguatezza degli interventi previsti e il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
Il percorso di assistenza è di tipo integrato (blended learning): momenti in presenza si alternano a moduli di apprendimento autonomo, esercitazioni a distanza e aule virtuali, per una durata complessiva di 54 ore distribuite nell'arco di 5 settimane.

Data inizio: 
15 Novembre 2011 - ore 09:00
Ambito territoriale: 
Calabria
Tipo attività: 
Programma dell'evento: 

Modulo 1: Ideare una proposta progettuale
• Aula in presenza - 15 e 16 novembre 2011
Identificazione dell’idea progettuale: la progettazione di massima
Identificazione dell’idea progettuale: il Quadro Logico (QL)

• Tutoriali multimediali o learning object (da fruire online autonomamente)
Perché il PCM
Il ciclo di vita del progetto e l’Approccio al Quadro Logico
La progettazione partecipata nel Project Cycle Management
Analisi dei punti di forza e dei punti di debolezza (SWOT)
Analisi degli attori
Albero dei problemi e albero degli obiettivi
La Matrice del Quadro Logico
Promuovere la partecipazione
La facilitazione con il Goal Oriented Project Planning
La facilitazione con l’European Awareness Scenario Workshop
La facilitazione con l’Open Space Technology

• Esercitazione in presenza e online
Perfezionamento della proposta progettuale
30 novembre 2011: Laboratorio in presenza

• Tutoriali multimediali o learning object (30 minuti da fruire online autonomamente)
Valutare la qualità dell’intervento: analisi di pertinenza e analisi dei fattori di sostenibilità
La Matrice del Quadro Logico per la valutazione

Modulo 2: La pianificazione di dettaglio: definizione del cronogramma, delle responsabilità
e delle risorse umane e finanziarie
• Tutoriali multimediali o learning object (da fruire online autonomamente)
La fase di realizzazione del progetto
Gli strumenti della fase di realizzazione del progetto
La redazione del budget di progetto
Progetto ETICA pubblica nel Sud

• Aula in presenza - 6 e 7 dicembre 2011
Identificazione dell’idea progettuale: il cronogramma delle attività
Identificazione dell’idea progettuale: il Progetto esecutivo

• Esercitazione on line
La pianificazione di dettaglio – dalle attività alla redazione del budget di progetto

• Aula virtuale - 19 dicembre 2011
La pianificazione di dettaglio: confronto con l’esperto

Presentazione del corso
Programma stampabile

Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Prosegue l'attività di affiancamento alla Regione Campania attraverso i laboratori tematici su bandi di gara e appalti pubblici. Il 5 dicembre 2011 si tiene a Napoli il settimo laboratorio sul tema specifico dell’analisi dei rischi sui bandi di gara e gli appalti pubblici.
L’attività della sessione plenaria del laboratorio è preceduta da un momento di raccolta delle problematiche più comuni relative al tema trattato e seguita dall'attivazione di un help desk disponibile per i successivi 15 giorni che svolgerà attività di supporto a distanza.
 

Data inizio: 
5 Dicembre 2011 - ore 09:30
Ambito territoriale: 
Campania
Tipo attività: 
Programma dell'evento: 
L’analisi dei rischi sui bandi di gara e gli appalti pubblici
Carmela Visone Materiali

Programma del ciclo di laboratori
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Si svolge a Napoli, il 14 dicembre 2011, il seminario sul tema "Diteci come. La partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa", organizzato da FormezPA in collaborazione con la Regione Campania.
L'evento proposto nell'ambito del Progetto “E.T.I.C.A. pubblica nel Sud: Migliorare la performance, accrescere la trasparenza attraverso le nuove tecnologie”- PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013, intende presentare alcune esperienze nazionali e internazionali di partecipazione dei cittadini ai processi decisionali pubblici.

Sottotitolo: 
Buone esperienze trasferibili
Data inizio: 
14 Dicembre 2011 - ore 09:00
Ambito territoriale: 
Campania
Tipo attività: 
Programma dell'evento: 
9.00-9.30 Registrazione dei partecipanti (welcome coffee)
9.30 Saluti iniziali:
Leonello Tronti, Direttore generale, Ufficio per la Formazione del Personale delle Pubbliche
Amministrazioni, Dipartimento della Funzione Pubblica, Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione
Dario Gargiulo, Autorità di gestione, POR FESR Campania
9.45 Processi di partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa
Angelo Tanese, Agenzia di valutazione civica di Cittadinanzattiva e consulente Formez PA
10.15 Esperienze internazionali e nazionali sulla partecipazione
Modera i lavori Elena Tropeano, FormezPA
Ensemble-Simplifions, Françoise Waintrop, Ministero del Bilancio, dei Conti pubblici e della Riforma dello Stato del Governo francese Materiali
Semplificazione e partecipazione, Silvia Paparo, Direttore generale Ufficio per la semplificazione amministrativa, Dipartimento della Funzione Pubblica, Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Materiali
11.15 Esperienze locali sulla partecipazione
Modera i lavori Elena Tropeano, FormezPA
Semplificare la “semplificazione” insieme a cittadini, imprese, associazioni..... ascoltandoli anche on line,
Rosaria Cicala, Servizio Trasparenza e Semplificazione del Dipartimento Regionale della Funzione Pubblica, Regione Siciliana Materiali
eParticipation per la pianificazione urbanistica e la valutazione ambientale strategica, Angelo Marcotulli, Settore Tecnologie Innovative e Servizi di Fonia, Direzione Generale Organizzazione e Risorse, Regione Toscana Materiali
I cittadini per migliorare la mobilità, Maria Sasso, Area mobilità, Regione Puglia Materiali
“Il Laboratorio Napoli - Costituente dei beni comuni”, Chiara Ianniruberto, Assessorato Beni comuni e democrazia partecipativa, Comune di Napoli Materiali
Dire, fare, partecipare, Roberto Montagnani, Servizio Decentramento, Partecipazione e Processi deliberativi, Comune di Reggio Emilia Materiali
La concertazione principio fondamentale nelle scelte per le politiche di sviluppo regionale, Luciano Schifone, Regione Campania
13.00 Il cittadino 2.0. opportunità e sfide
Gianni Dominici, ForumPA Materiali

Programma stampabile
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Il 16 dicembre 2011 a Bari, il gruppo di lavoro Formez PA - Regione Puglia si confronta con i cittadini "monitori" coinvolti nell'iniziativa di valutazione partecipata del trasporto pubblico locale, "MI. MO.- I cittadini Migliorano la Mobilità", realizzata in Puglia con l'Assessorato ai trasporti e alla Mobilità.
I cittadini "monitori" hanno concluso la prima fase di valutazione, dopo aver osservato su tre tratte regionali, attraverso griglie elaborate con modalità partecipative e col supporto di esperti, la qualità relativa a 3 aspetti del viaggio: prima del viaggio, in stazione e sul treno, arrivando ad un quadro puntuale delle diverse dimensioni che la compongono.
Il 16 dicembre si prevede di approfondire l'analisi della qualità del servizio e di pervenire, attraverso una SWOT partecipata, ad alcune proposte di miglioramento.

Data inizio: 
16 Dicembre 2011 - ore 14:30
Ambito territoriale: 
Puglia
Tipo attività: 
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Il percorso di assistenza integrata sul nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale, attuato nell'ambito del Progetto E.T.I.C.A. pubblica nel Sud è un percorso personalizzato, ideato per favorire un aggiornamento delle competenze secondo quanto previsto dall'attività "Sviluppo delle risorse umane" (una delle azioni del Piano di Miglioramento dell'Autorità di Audit della Regione Puglia a cui Formez PA e il progetto Etica stanno fornendo assistenza). Ha l'obiettivo di fornire una panoramica sul “nuovo” CAD, evidenziando le disposizioni maggiormente innovative e con maggiore impatto sull’organizzazione e le procedure delle PA regionali, e fornire gli strumenti per introdurre e gestire le innovazioni e gli adempimenti previsti dal CAD nella propria Amministrazione.
Il percorso si distribuisce nell’arco di circa 5 settimane, con inizio il 21 giugno e termine il 24 luglio 2012. Il percorso di assistenza è di tipo integrato (blended learning): momenti in presenza (12 ore) si alternano a moduli di apprendimento autonomo (5 ore e 1/2), esercitazioni a distanza (8 ore) e aula virtuale (1 ora e 1/2), per una durata complessiva di 27 ore distribuite nell'arco di un mese.

Data inizio: 
21 Giugno 2012 - ore 09:00
Ambito territoriale: 
Puglia
Tipo attività: 
Programma dell'evento: 
Modulo 1. I nuovi diritti e i nuovi doveri
• Tutoriali multimediali o learning object (da fruire online autonomamente)
PEC
Firma digitale
Pagamento elettronico
Fatturazione elettronica

• Aula in presenza - 27 giugno 2012 Programma
Introduzione al “nuovo” CAD. I nuovi diritti del cittadino digitale. I doveri della PA. I nuovi
strumenti introdotti dal CAD.
Ernesto Belisario Materiali

• Tutoriali multimediali o learning object (da fruire online autonomamente)
Web pubblico
Accessibilità dei siti web
Usabilità
Reperibilità e motori di ricerca

Modulo 2. Riorganizzazione della Pubblica Amministrazione
• Tutoriali multimediali o learning object (da fruire online autonomamente)
Protocollo informatico e gestione dei flussi documentali
Procedimento amministrativo elettronico

• Aula in presenza - 3 luglio 2012 Programma
Il CAD e la nuova organizzazione digitale della PA. L’impatto del CAD e dell’innovazione
tecnologica sull’organizzazione dei procedimenti amministrativi
Giovanni Damiano Materiali , Germano Cipolletta Materiali1 Materiali2

• Esercitazione on line
Lo snellimento dei procedimenti alla luce del nuovo CAD. Autovalutazione di un
procedimento.

• Tutoriali multimediali o learning object (3 ore da fruire online autonomamente)
Open Gov – Trasparenza
Privacy in rete e trasparenza
Documentazione pubblica: classificazione e semantica
E - Partecipation
Democrazia Digitale
Customer Satisfaction
Dato aperto
Formati aperti
Pubblicità legale
Interoperabilità
Servizi online
G-Cloud: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

• Aula virtuale - 23 luglio 2012
Controlli di 2° livello e “nuovo” CAD: l’esperienza dell’UVER
Mario Vella Materiali

Presentazione del corso
Programma stampabile
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Il 17 dicembre, dalle 9.30 alle 13.00, nell'ambito dell'iniziativa di valutazione partecipata realizzata in Puglia, "MI. MO. - I cittadini Migliorano la Mobilità", il gruppo di lavoro Formez PA - Regione Puglia si riunisce con l'Assessore Guglielmo Minervini, con i Dirigenti di Trenitalia, di Ferrovie del Gargano e dell'Assessorato ai Trasporti, per discutere le proposte di miglioramento della qualità del servizio del trasporto pubblico locale e individuare una strategia comune, indispensabile in una fase che dovrà portare ad una qualificazione della spesa pubblica.
Le proposte di miglioramento sono il risultato di un'analisi SWOT partecipata sulla qualità del servizio, alla quale partecipano, il 16 dicembre a Bari i cittadini "monitori" che hanno concluso la prima fase di valutazione del trasporto pubblico locale

Data inizio: 
17 Dicembre 2011 - ore 09:30
Ambito territoriale: 
Puglia
Tipo attività: 
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras

Introduzione ai principi dell’Open data e illustrazione dei più interessanti esempi nazionali e internazionali di diffusione e riutilizzo dei dati governativi aperti.
L’iscrizione al webinar può essere effettuata compilando il modulo on line. Trenta minuti prima dell’orario di inizio verrà inviata un’email a tutti gli iscritti con le istruzioni per accedere al Webinar.
Per ulteriori informazioni

Sottotitolo: 
Data inizio: 
2 Febbraio 2012 - ore 13:00
Ambito territoriale: 
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Responsabile progetto: 

Formez Pa organizza una giornata per lo scambio di esperienze intitolata “La mappa del rischio Etico”.

Tra le attività realizzate dal progetto E.T.I.CA pubblica nel Sud, nei Piani di Lavoro Regionali nel 2011, ci sono tre esperienze (Regione Campania, Regione Calabria e Regione Sicilia) che hanno sperimentato metodologie e pratiche efficaci per prevenire la corruzione e rafforzare l’integrità e la correttezza dell’azione pubblica. Sono esperienze che hanno in comune un'attività di Risk Assessment, su specifici scenari di rischio, finalizzata a identificare le aree di miglioramento e le salvaguardie più efficaci.

Il principale strumento utilizzato nelle tre esperienze è costituito dalla mappa del rischio etico che stima la vulnerabilità, secondo la probabilità di accadimento e le tipologie e gli effetti sul piano etico della correttezza e della trasparenza. Attraverso la mappa graduata del rischio etico i dirigenti della Pubblica Amministrazione possono valutare, in piena autonomia, il livello di rischio al quale la propria struttura organizzativa è esposta e, di conseguenza, ove necessario, ripensare i modelli organizzativi e le procedure di gestione e di controllo.

Data inizio: 
14 Febbraio 2012 - ore 09:00
Ambito territoriale: 
Calabria, Campania, Puglia, Sicilia
Tipo attività: 
Programma dell'evento: 

9.00
Registrazione dei partecipanti (welcome coffee)

9.30
Strategie per favorire la cultura della legalità e la trasparenza all’interno della Pubblica Amministrazione
Carlo Flamment, Presidente FormezPA

9.50
L’etica nella Pubblica Amministrazione
Leonello Tronti, Dipartimento della Funzione Pubblica 

10.10
Etica del risultato, valutazione, responsabilità, efficacia
Giampiero Marchesi, Ministero dello Sviluppo economico

10.30
Un'indagine conoscitiva sul fenomeno della corruzione rivolta ai dirigenti della PA
Nicola Melideo, Gogol.it Materiali

10.50
Risk Management: definizione e applicazione nella PA
Fabio Monteduro, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

11.10
Esperienze sull’analisi del rischio etico. Moderatore: Maurizio Bortoletti

Il modello di analisi del rischio elaborato per l’INPS
Gianni Scopetani, INPS Materiali

La mappa del rischio etico in Regione Campania
Maria Scinicariello, Università di Roma Tor Vergata Materiali 
Maura Formisano, Autorità di Gestione FESR Regione Campania 

La mappa del rischio per il settore attività produttive della Regione Calabria
Cleto Corposanto, Università Magna Graecia di Catanzaro Materiali
Antonio Carbone, Regione Calabria

Analisi del rischio nei processi di accreditamento delle strutture sanitarie nella Regione Sicilia
Enzo Bivona, Università di Palermo Materiali 
Lucia Borsellino, Regione Siciliana Materiali

13.00
Dalla mappatura al controllo del rischio etico
Luciano Hinna, CiVIT  

Programma stampabile

Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Il laboratorio "Gestione e tenuta della documentazione" rientra in un'attività di affiancamento rivolta prioritariamente ai funzionari degli enti locali calabresi assegnatari di fondi FSE e FESR, che ha l'obiettivo specifico di fornire supporto e assistenza alle attività di certificazione della spesa secondo le linee guida e i materiali elaborati dalla Regione Calabria sugli obblighi dei beneficiari.

Il laboratorio tematico intende raggiungere il risultato di fornire informazioni al personale degli enti locali affinché si produca una corretta certificazione della spesa e una tenuta della documentazione adeguata alle direttive dell’Unione Europea e alle indicazioni della Regione Calabria.

Il laboratoroi prevede una sessione plenaria di report/discussione, preceduta da un momento di raccolta delle criticità più ricorrenti in relazione al tema trattato (anche attraverso l’attivazione di un forum specifico sull’argomento e attraverso le attività di facilitazione svolte dalla task force regionale).
A laboratorio concluso, sarà attivato un help desk che supporterà a distanza per i successivi 15 giorni anche su argomenti e problemi attinenti al tema non trattati nel corso della plenaria, nonché sull’individuazione di possibili soluzioni innovative e scambi di esperienze.

Data inizio: 
15 Marzo 2012 - ore 09:00
Ambito territoriale: 
Calabria
Tipo attività: 
Politica registrazione: 
Previa approvazione
Logo evento: 
Progetto di riferimento: 
Responsabile progetto: 
Salvatore Marras
Sede (solo eventi in presenza): 

Pagine

Subscribe to Eventi PA RSS