Eventi PA

Il sistema di partecipazione alle attività per la Pubblica Amministrazione

Webinar

Data inizio 07/07/2021 - 09:30

 

La tematica delle semplificazioni relative alle procedure di affidamento dei contratti pubblici si pone al centro della più recente decretazione “d’urgenza” adottata dal Governo, al fine di superare le criticità economiche causate dalla pandemia. La centralità di tali misure appare evidente laddove si consideri che le misure di semplificazione in materia di appalti costituiscono il corpus più rilevante di riforme introdotte dal Legislatore del 2020 e del 2021. Tali misure si collocano, più in particolare, nell’ambito del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) nella parte in cui prevede espressamente che “La semplificazione delle norme in materia di appalti pubblici e concessioni è obiettivo essenziale per l’efficiente realizzazione delle infrastrutture e per il rilancio dell’attività edilizia: entrambi aspetti essenziali per la ripresa a seguito della diffusione del contagio da Covid-19. Tale semplificazione deve avere a oggetto non solo la fase di affidamento, ma anche quelle di pianificazione programmazione e progettazione”. Le riforme che interessano le procedure di affidamento in chiave semplificatoria devono essere, quindi, sistematicamente collocate all’interno degli obiettivi del PNRR, anche al fine di considerarle dal punto di vista teleologico. 
 
Nell’ottica della semplificazione e dell’accelerazione, improntate alla ripresa economica, il Legislatore del 2020 e del 2021, da un lato ha introdotto numerose modifiche al “Codice dei contratti pubblici” (D.Lgs. 50/2016), dall’altro ha delineato una disciplina “in parallelo” al “Codice” stesso applicabile fino al 31 dicembre 2021. Il webinar si propone di destrutturare - in modo ragionato e con una prospettiva sia teorica che operativa - la normativa applicabile, evidenziando le possibili soluzioni applicative, anche alla luce delle più recenti indicazioni fornite dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) e dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (MIT). 

Nel corso del webinar, il relatore - Stefano Bianchini, docente di diritto amministrativo e funzionario del Gabinetto del Presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna - illustrerà le misure di semplificazione introdotte dal Governo, con riguardo alle procedure di affidamento dei contratti pubblici. Il fine è di accrescere le conoscenze con riferimento alla disciplina vigente e aumentare le capacità applicative, nell’ottica dell’efficienza e dell’economicità dell’azione amministrativa.  
Al termine risponderà alle domande poste dai partecipanti in chat. 
 
Rivolto prevalentemente al personale delle pubbliche amministrazioni, agli ordini professionali e ai liberi professionisti, il webinar è aperto a tutti gli interessati alla tematica trattata.  
 
Il webinar è un’attività del progetto PON Governance e capacità istituzionale 2014-2020 Supporto all’operatività della riforma in materia di semplificazione che FormezPA realizza su mandato del Dipartimento della Funzione Pubblica.  

 

In caso di problemi di qualità audio o video, usare il link Registrazione dell'evento

Data inizio 30/06/2021 - 14:30

L'incontro vuole essere un momento di confronto con esperti di formazione sulle videolezioni realizzate nell'ambito di ACCEDI (Ambiente per una Cittadinanza Consapevole attraverso l’Educazione DIgitale), un progetto per l'alfabetizzazione dei cittadini con basse competenze digitali.

L'evento è riservato ai membri della coalizione Repubblica digitale e alla comunità dei formatori del progetto ACCEDI.

Data inizio 30/06/2021 - 10:00

I dati territoriali sono documentati nel Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali (RNDT) sulla base della più recente versione del relativo profilo di metadati e delle guide operative, come previsto dall’art. 59 del CAD.

Quando i dati territoriali sono anche aperti, cioè rispondono ai requisiti (giuridico, tecnologico ed economico) previsti dal CAD e dalla normativa vigente, non è richiesta la loro documentazione anche nel catalogo dati.gov.it in quanto, ormai da più di un anno, una specifica funzionalità del RNDT consente, in modo automatico, di trasformare i metadati geografici nello standard DCAT-AP_IT utilizzato per la descrizione dei dati aperti nel portale nazionale dati.gov.it.

Questo è possibile grazie alla specifica europea GeoDCAT-AP che definisce le corrispondenze tra metadati geografici (basati sugli standard ISO 19115, TS 19139 e sulle regole INSPIRE) e le proprietà definite in DCAT-AP. In relazione a tale specifica, sono state definite da AgID le linee guida nazionali con riferimento ai profili di metadati RNDT per i dati territoriali e DCAT-AP_IT per i dati aperti.

Sulla base di queste regole tecniche, i dati territoriali aperti documentati nel RNDT sono resi accessibili anche attraverso le funzionalità tipiche del catalogo nazionale dei dati aperti, dati.gov.it.

Il webinar è volto a fornire le informazioni di contesto europeo e nazionale e le indicazioni pratiche su come migliorare la qualità dei metadati per favorire l’integrazione dei due cataloghi e l’esperienza utente nella ricerca dei dati territoriali aperti. 

Il webinar è parte del ciclo Dati territoriali: azioni, procedure e strumenti per migliorare l’accesso e l’utilizzo che intende approfondire aspetti teorici, linee guida, strumenti e buone pratiche per guidare le amministrazioni a migliorare i processi di definizione, conoscibilità e disponibilità delle risorse geografiche di cui sono titolari.

Il ciclo si articola in 4 webinar della durata di 1,5 ore che si svolgeranno nelle seguenti date:

Webinar 1 - 16 giugno 2021 – Dati territoriali: metadati di qualità per una migliore fruibilità dei dati

Webinar 2 - 30 giugno 2021 – Dati territoriali aperti: l’interoperabilità tra cataloghi, RNDT e dati.gov.it

Webinar 3 - 21 luglio 2021 – Il Sistema di Registri e la gestione dei codici di riferimento

Webinar 4 – settembre 2021 – Le nuove funzionalità del RNDT

 
Data inizio 25/06/2021 - 09:30

Il webinar è inserito all’interno del Progetto Campus Sardegna dedicato allo sviluppo delle competenze dei tecnici degli Enti Locali, della Regione, degli Enti e di tutti gli attori impegnati sul territorio con particolare attenzione a quelli coinvolti nelle attività di pianificazione, progettazione, gestione e valutazione del paesaggio regionale. 

ll paesaggio sardo è punteggiato da un’infinità di costruzioni non finite, talvolta sovradimensionate, spesso inutili, progettate all’insegna del cattivo gusto, abbandonate all’incuria e al degrado. Ma sono numerose anche le infrastrutture pubbliche, o gli impianto di rete, o le strutture di servizio a essere lasciate a metà. Opere interrotte alla cui vista ci abituiamo rapidamente ma che saltano subito all’occhio del visitatore, connotando l’ambiente in cui sono inserite e creando un anomalo genius locio meglio un horror loci.   

È stato definito il «non finito sardo» questo stato di abbandono dei manufatti dell’isola, ma in realtà rispecchia tante altre regioni italiane e del Mediterraneo o del Sud del Mondo. Si tratta di un modo di concepire le trasformazioni del territorio molto parziale e limitato nel tempo, che pensa all’uso immediato ma non alle caratteristiche del paesaggio, alla qualità dei luoghi, alla visione pubblica ed ecologica del territorio. Il “non finito” è collegato in qualche modo ai sacchetti dell’immondezza nelle cunette, alle vasche da bagno dismesse usate come abbeveratoi in campagna, alle recinzioni di poderi fatte di reti metalliche arrugginite.

Gli obiettivi che il webinar si pone sono:

  • Offrire un’opportunità di riflessione sulla tutela e valorizzazione del paesaggio in un'ottica di sostenibilità e sviluppo
     
  • Delineare le migliori condizioni per una corretta lettura del fenomeno del non finito dei paesaggi urbani e antropizzati
     
  • Tracciare scenari per la riconversione del non finito in una logica di qualità e nella nuova prospettiva del dopo pandemia

Il webinar è rivolto a tecnici dell'Amministrazione Regionale e degli Enti Locali, Soprintendenze e Uffici decentrati del Ministero dei Beni Culturali, Liberi Professionisti, Amministratori, Università, operatori e Associazioni, imprese e altri stakeholder del territorio interessati al tema.

 

Guarda la REGISTRAZIONE del webinar

 

PROGRAMMA

Ore 9.30         Avvio Webinar 

Ore 9.35         Paesaggio, qualità dei luoghi e “non finito” 

Introduzione e interventi di:

Quirico Sanna - Regione Sardegna Assessore EE LL, Finanze e Urbanistica

Gianni Agnesa - Responsabile del Progetto “Campus Sardegna” Formez PA

Ore 10:00       Il “non finito” in Sardegna  

Rapporto tra pianificazione e non finito - Aldo Vanini - Assessore all’Urbanistica del Comune di Quartu S.Elena MATERIALI

Il non finito urbanistico: quando il PUC non funziona - Giorgio Angius - Vicesindaco del Comune di Cagliari MATERIALI

Sostegno e cofinanziamento per eliminare il non finito - Francesco Mura- Sindaco Nughedu S. Vittoria

Una lettura antropologica del non finito - Francesco Bachis - Professore di Antropologia Culturale presso UNICA

Dal non finito al senso del finito – Paola Riviezzo - DMC Architetti MATERIALI

Evoluzione storica e sociologica del non finito in Sardegna -  Nicolò Migheli – Sociologo

Ore 11.30        Chiusura dei lavori


MODALITA' DI ISCRIZIONE

L’iscrizione è possibile solo in seguito alla preventiva registrazione su DFPAuth (https://auth.formez.eu/), il sistema di autenticazione unica per l’accesso ai servizi web e le piattaforme del Dipartimento della Funzione Pubblica, cliccando su "Registrati” e compilando i campi richiesti.

Per gli obblighi di monitoraggio delle attività cofinanziate dai fondi SIE, oltre ai campi obbligatori (indicati dall'asterisco rosso) devono, infatti, risultare compilati anche i seguenti campi: codice fiscale, indirizzo di residenza, CAP di residenza, comune di residenza, cittadinanza, recapito telefonico, tipologia contrattuale (tutti contrassegnati dalla dicitura Campo obbligatorio per progetti cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo).

Si precisa che la mancata compilazione dei campi sopra riportati implicherà la non approvazione della domanda di iscrizione e di conseguenza l’impossibilità a partecipare al webinar.

Una volta completato il profilo è necessario effettuare il primo accesso a Eventi PA: http://eventipa.formez.it cliccando sul tasto rosso "Accedi" e successivamente iscrivendosi alla pagina EventiPA dedicata.

È possibile richiedere informazioni sui dettagli del convegno e sulle modalità di iscrizione attraverso l’indirizzo di posta elettronica formazione.campus@formez.it


CAMPUS SARDEGNA Cultura del paesaggio e uso consapevole del territorio è finanziato sul PO FSE 2014 – 2020. Asse 4 – Obiettivo tematico 11 - Capacità istituzionale e amministrativa - Azione 11.1.3

 

 

Data inizio 16/06/2021 - 10:00

Da quasi dieci anni il RNDT rappresenta lo strumento per rendere conoscibile il patrimonio informativo pubblico rappresentato dai dati territoriali in modo da favorirne l’accesso e l’utilizzo da parte di un pubblico sempre più vasto e diversificato.

La sempre crescente disponibilità di dati e servizi da parte della pubblica amministrazione ha richiesto l’adozione di regole comuni e classificazioni condivise, nell’ambito del framework europeo di interoperabilità rappresentato da INSPIRE. Ciò sia per agevolare il compito delle stesse amministrazioni che devono rendere disponibili le informazioni su dati e servizi sia per gli utenti che devono essere facilitati nella ricerca e nell’interpretazione e l’analisi dei risultati di tale ricerca.

Sulla base delle regole e degli strumenti messi a disposizione da AgID, le amministrazioni provvedono a documentare nel catalogo nazionale le risorse informative di cui sono titolari per renderle disponibili agli utenti interessati (cittadini, professionisti, imprese, altre PA, ecc.).

In tale contesto si inseriscono anche le azioni definite nel Piano triennale per l’informatica nella PA 2020-22 relativamente ai dati, in generale, e ai dati territoriali, in particolare.

Il webinar è volto a fornire indicazioni pratiche per migliorare la qualità dei metadati conformi al più recente profilo nazionale ed europeo ed aumentare la disponibilità dei dati territoriali attraverso servizi di rete, come richiesto da INSPIRE e previsto dalle azioni dell’ultimo Piano Triennale ICT 2020/22.

Il webinar è parte del ciclo Dati territoriali: azioni, procedure e strumenti per migliorare l’accesso e l’utilizzo che intende approfondire aspetti teorici, linee guida, strumenti e buone pratiche per guidare le amministrazioni a migliorare i processi di definizione, conoscibilità e disponibilità delle risorse geografiche di cui sono titolari.

Il ciclo di webinar si articola in 4 webinar della durata di 1,5 ore che si svolgeranno nelle seguenti date:

Webinar 1 - 16 giugno 2021 – Dati territoriali: metadati di qualità per una migliore fruibilità dei dati

Webinar 2 - 30 giugno 2021 – Dati territoriali aperti: l’interoperabilità tra cataloghi, RNDT e dati.gov.it

Webinar 3 - 21 luglio 2021 – Il Sistema di Registri e la gestione dei codici di riferimento

Webinar 4 – settembre 2021 – Le nuove funzionalità del RNDT

 
Data inizio 15/06/2021 - 10:00

Nel corso degli ultimi dieci anni “Lezioni d’Europa” ha cercato di contribuire alla conoscenza delle istituzioni e delle politiche europee in modo da favorire la diffusione delle informazioni e l’utilizzo, da parte del cittadino, delle opportunità offerte dall’Unione europea.

In questo periodo di difficoltà e di incertezza legato alla pandemia è ancora più importante sapere come si sta muovendo l’Unione Europea, comprendendo quali sono le risorse messe in campo per affrontare la crisi ai vari livelli (sanitario, economico, sociale e finanziario) e cercare così di essere più consapevoli dell’impatto che può avere un utilizzo appropriato di tali fondi e di tali strumenti.

L’edizione 2021 del ciclo “Lezioni d’Europa” riprende la collaborazione, iniziata lo scorso anno, tra il Centro Europe Direct Roma Innovazione, operativo presso Formez PA, e il Centro Europe Direct dell’Università di Siena ed il Centro Europe Direct di Trapani.

Il programma prevede una serie di webinar su temi di attualità, soprattutto in relazione agli scenari di attuazione del Recovery Fund (Next Generation EU), quali per esempio:

  • le misure da adottare per facilitare la ripresa dell’economia;
  • i cambiamenti da mettere in atto per la transizione ecologica, la neutralità climatica e l’economia circolare;
  • lo sviluppo delle conoscenze per la transizione digitale, che negli ultimi mesi ha visto un’accelerazione forzata imposta dall’emergenza del Covid-19.

Il percorso si rivolge a tutti coloro che vogliono avvicinarsi alle tematiche dell'Unione europea indipendentemente dal tipo di formazione culturale o di professione. È possibile partecipare anche alle singole iniziative.

Il presente webinar intende fornire nozioni utili per coloro che per la prima volta desiderano presentare una proposta di progetto nell'ambito degli strumenti finanziari diretti dell'Unione europea.

Disponibile la registrazione del webinar

Appuntamenti precedenti:

9 marzo: 10.00-11.30 - Dalla Comunità all'Unione. La storia dell'integrazione europea

16 marzo: 9.30-11.30 - Evento speciale: Anno Europeo delle Ferrovie

23 marzo: 10.00-11.30 - Le istituzioni dell’UE e cittadinanza europea

30 marzo: 10.00-11.30 - Il Recovery Plan europeo ed i piani nazionali per la ripresa e la resilienza

20 aprile: 10.00-11.30 - La Transizione Ecologica e la sfida dell’economia circolare

27 aprile: 10.00-11.30 - La transizione digitale: le opportunità di finanziamento europee nel periodo di programmazione 2021-2027

4 maggio 2021: 10.00 -11.30 - La pace e la difesa in Europa

11 maggio 2021: 10.00 -11.30Integrazione europea come progetto di pace

25 maggio 2021: 10.00 -11.30Le fonti di informazione: differenza tra Fondi SIE e strumenti tematici, dove e come informarsi sui bandi

8 giugno 2021: 10.00 -11.30Finanziamenti diretti 2021-2027

Data inizio 11/06/2021 - 12:00

La sicurezza dei servizi digitali della Pubblica Amministrazione è un aspetto cruciale per il funzionamento del sistema Paese. Negli ultimi anni la minaccia cibernetica è notevolmente cresciuta in quantità e qualità anche per l’evoluzione delle tecniche di ingegneria sociale volte a ingannare gli utenti finali dei servizi digitali sia interni alla PA che fruitori dall’esterno. L’esigenza per la PA di contrastare tali minacce è diventata quindi un’esigenza fondamentale in quanto garantisce non solo la disponibilità, l’integrità e la riservatezza delle informazioni proprie del sistema informativo della Pubblica Amministrazione, ma è il presupposto per la protezione dei dati che ha come conseguenza diretta l’aumento della fiducia nei servizi digitali erogati dalla PA.

Il corso di formazione, partendo dal Piano triennale per l’informatica nella PA, intende approfondire aspetti teorici, linee guida, strumenti e tool al fine di valutare e innalzare il livello di sicurezza informatica delle organizzazioni per contrastare le minacce più comuni cui sono soggetti i sistemi informativi della PA.

Il corso si articola in 3 webinar della durata di 1,5 ore.

Il corso si svolge dalle ore 12 alle 13.30 nelle seguenti date:

  • Webinar 1 - venerdì 11 giugno 2021
  • Webinar 2 - venerdì 18 giugno 2021
  • Webinar 3 - venerdì 25 giugno 2021

L'iniziativa si inserisce nell'ambito delle attività del progetto  "Informazione e formazione per la transizione digitale  Italia Login – la casa del cittadino - Linea 1 - Gestione della trasformazione digitale" a valere sul PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Data inizio 10/06/2021 - 09:30

 

Secondo appuntamento (il primo è stato realizzato il 27 maggio) per approfondire e diffondere le "Linee Guida in materia di Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) di cui al D.P.R. 7 settembre 2010 n. 160 e in attuazione dell’art. 19 della legge regionale 14 ottobre 2015 n. 11", approvate dalla Regione Campania con Delibera di Giunta Regionale n.156 del 14/04/2021.
Gli incontri, organizzati dal Centro di competenza regionale a supporto delle attività del SURAP della Regione Campania, rientrano tra le azioni per favorire la crescita dei SUAP del territorio campano ricomprese nel Piano di lavoro tra il SURAP ed il FormezPA luglio 2020 - giugno 2021 approvato con Decreto Dirigenziale n. 2 dell’8 luglio 2020, che formalizza e pianifica il supporto fornito al SURAP da FormezPA nell’ambito del progetto PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 Supporto all’operatività della riforma in materia di semplificazione.

Nel corso del webinar, i relatori, dopo una breve introduzione di carattere generale, analizzeranno i procedimenti di competenza del SUAP:
- il procedimento automatizzato (art. 5 DPR n. 160/2010): presentazione delle istanze, verifiche e controlli;
- il Procedimento Unico Ordinario - PUO (art. 7 DPR n. 160/2010) e la conferenza di servizi;
- la Variante urbanistica “sul progetto” (art. 8 DPR n. 160/2010).

Al termine, i relatori risponderanno alle domande poste in chat dai partecipanti.


Rivolto prevalentemente agli operatori dei SUAP del territorio regionale campano, alle associazioni di categoria, agli ordini professionali, agli stakeholder e alle amministrazioni che a vario titolo sono coinvolti nei procedimenti amministrativi afferenti al SUAP, il ciclo di webinar è aperto a tutti gli interessati alle tematiche trattate.

Il webinar è un’attività del progetto PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 Supporto all’operatività della riforma in materia di semplificazione che FormezPA realizza su mandato del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Data inizio 08/06/2021 - 14:30

Come progettare e realizzare il sito web di un comune? Il modello dei siti web, messo a disposizione da Designers Italia, propone uno standard a tutti i Comuni che vogliono rendere più semplice ed efficace il proprio sito, sulla base degli effettivi bisogni dei cittadini. La progettazione di ciascun Comune può quindi partire da componenti testate e verificate con gli utenti, in modo che ciascun ente possa concentrarsi sugli elementi di unicità del servizio/della città, senza dover reinventare ogni volta la ruota. Grazie allo sviluppo in modalità open source è inoltre possibile riutilizzare quanto messo a disposizione sul Catalogo di Developers Italia per rendere la realizzazione, l'adozione e la manutenzione della soluzione quanto più semplice, sicura ed economica possibile.

Il Dipartimento per la trasformazione digitale, AgID e Formez PA organizzano un corso pilota costituito da 3 webinar per conoscere e utilizzare le risorse messe a disposizione per progettare e realizzare il sito web di un Comune e riusare soluzioni disponibili a Catalogo.

Le 3 sessioni on line, della durata di 2 ore ciascuna, sono previste nelle seguenti date: martedì 18 maggio, martedì 25 maggio, martedì 8 giugno, sempre dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

Il corso è rivolto esclusivamente a Responsabili della transizione digitale e Uffici del Responsabile della transizione digitale dei Comuni. Non è possibile partecipare ad un solo webinar.

Docenti

Data inizio 08/06/2021 - 11:00

Il Programma quadro di sperimentazione del “Servizio Civile Digitale” si sviluppa nell’ambito di una collaborazione avviata fra il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale e il Dipartimento per la trasformazione digitale che si impegnano a promuovere iniziative congiunte volte ad accrescere le capacità e le competenze digitali, con l’obiettivo di sostenere la transizione digitale.

Favorire l’utilizzo dei servizi pubblici digitali da parte di tutti i cittadini, riequilibrare le disparità sociali, formare i giovani operatori volontari e investire sulle loro competenze: questi, i principali obiettivi del programma che vuole contrastare il cosiddetto divario digitale.

Il webinar è un momento informativo rivolto agli enti di servizio civile universale interessati a presentare i propri programmi di intervento entro le 14:00 del 29 luglio 2021. In seguito, i programmi e i progetti del “Servizio Civile Digitale” saranno valutati e pubblicati sul sito del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale.

Il Servizio Civile Digitale, avviato quest’anno in forma sperimentale, è stato incluso anche nel PNRR, prevedendone così l’estensione e l’ampliamento nel triennio 2021-2023.

Risorse:

Pagine

Abbonamento a Webinar