Eventi PA

Il sistema di partecipazione alle attività per la Pubblica Amministrazione

Report questionari

I Programmi Operativi e la programmazione attuativa 14-20

Progetto
Esperia, Corso Alta Formazione Specialistica e-learning in Gestione dei Fondi SIE 2014 - 2020
Tipo
Corso online
Data inizio
02/05/2017 10:00
Data fine
31/05/2017 10:30
Sede
Richieste di iscrizione
1126
Iscrizioni accettate
1124
Presenze confermate
521
Indicatore Unico di Gradimento Generale
4.15
Calcolato su 525 valutazioni

  media dev. st. n
applicabilita 3.99 su 5 in 510 valutazioni 3.99 0.96 510
articolazione e tempo 3.81 su 5 in 525 valutazioni 3.81 0.93 525
assistenza org 4.07 su 5 in 518 valutazioni 4.07 0.90 518
coerenza bisogni organizzazione 4.11 su 5 in 520 valutazioni 4.11 0.94 520
contributo esperti 4.02 su 5 in 517 valutazioni 4.02 0.88 517
esaustività 3.98 su 5 in 523 valutazioni 3.98 0.89 523
modalità-apprendimento 4.10 su 5 in 523 valutazioni 4.10 0.96 523
obiettivo 4.02 su 5 in 524 valutazioni 4.02 0.81 524
sede logistica 3.97 su 5 in 518 valutazioni 3.97 0.98 518

Commenti e suggerimenti

121 commenti per questo evento

Inviato il 08/06/2017 alle 16:04
eliminerei la valutazione tra pari.
Inviato il 08/06/2017 alle 16:05
La modalità di revisione da parte degli altri partecipanti dell'esercitazione non è svolta in maniera oggettiva e porta ad una valutazione non veritiera. Sarebbe preferibile una valutazione da parte dei docenti delle esercitazioni.
Inviato il 08/06/2017 alle 16:10
Rimodulare la valutazione tra pari.
Inviato il 08/06/2017 alle 16:15
Tra le cose che aggiungere: - Sulle valutazione fatte tra pari, inserire una postilla in cui il valutatore fa comprendere il suo giudizio e il punteggio dato all'elaborato, elencando gli errori o mancanze che hanno comportato a dare una valutazione non a pieni voti; - Sul punteggio ricevuto sulle valutazioni date ai colleghi: quali errori e il criterio di valutazione che hanno comportato a non ottenere il punteggio massimo. Darei inoltre il seguente suggerimento nell'ambito delle webinar: - nella formulazione delle domande ai relatori dei webinar, non sempre si riesce a formulare la domanda in chatt o perché il tempo è poco o perché i dubbi ti vengono alla chiusura dell’intervento si potrebbe eventualmente avere uno spazio per le FAQ o un email diretta del relatore?
Inviato il 08/06/2017 alle 16:50
Maggiore interazione con il tutor specie per assistenza e chiarimenti nella fase delle esercitazioni
Inviato il 08/06/2017 alle 17:03
No
Inviato il 08/06/2017 alle 17:08
Qualche approfondimento in più sul performance framework
Inviato il 08/06/2017 alle 17:57 da Maria Pia De Marinis
IL VOTO BASATO SUL PEER REVIEW DOVREBBE ESSERE ATTRIBUITO A SEGUITO DI RIVISITAZIONE E CONFERMA DI ESPERTO CON UNIFICAZIONE DEL PUNTEGGIO STESSO CON QUELLO OTTENUTO SULLA VALUTAZIONE.
Inviato il 09/06/2017 alle 08:37
No
Inviato il 09/06/2017 alle 09:19 da Giuseppe Castrianni
Pessima la metodologia di valutazione dell'esercitazione. Mortifica il buon lavoro svolto e non da risposte sulla effettiva capacità di aver centrato l'obbiettivo richiesto. Credo dopo tutte le lamentele ricevute sia giunto il momento di eliminare tale metodologia.
Inviato il 09/06/2017 alle 09:27
le modalità esplicativa sulla redazione del testo erano assai poco chiare. Magari potreste inserire esempi chiarificatori. Molta gente ha fatto copia incolla. Eliminare, per cortesia, lo sgradevole e inutile sistema di ricezione di ogni e mail dei partecipanti al corso.
Inviato il 09/06/2017 alle 09:28
Per la durata delle due ore stabilite per l'esecuzione del Test finale, suggerirei di prevedere la possibilità di poter interrompere il TEST per poi riprendere in un altro momento, sommando i tempi dei singoli accessi fino ad un massimo di due ore. In questo modo si a dà la possibilità a chiuque di conciliare il tempo da dedicare al corso con quello dele attività lavorative, poichè non per tutti può essere semplice farlo consecutivamente nel massimo del tempo stabilito.
Inviato il 09/06/2017 alle 09:52 da carmela buongermino
Fondamentalmente, i contenuti dell'unità didattica sono stati trattati in modo esaustivo. Considerata la rilevanza attribuita dalla attuale programmazione al perfomance framework , si sarebbe potuto porre più l'accento su questo delicato strumento (premiante o sanzionatorio) e, forse, sarebbe stato opportuno un più puntuale approfondimento sugli aiuti di stato
Inviato il 09/06/2017 alle 09:52 da MARIA ANTONIETTA FLORIO
nulla da suggerire
Inviato il 09/06/2017 alle 09:58 da Luigi Gigliotti
Il corso è stato molto interessante. Considerando che partivo da zero. L'unica pecca è la valutazione tra pari. Non si puo lasciare la valutazione in mano a persone che non valutano oggettivamente! Nella stessa valutazione una persona ha dato 15/15 ed un'altra 6/15! Sinceramente, ritengo che forse qualcuno dovrebbe vigilare su queste situazioni!
Inviato il 09/06/2017 alle 09:59
Potendo, inserirei delle esercitazioni pratiche però con l'apporto di figure professionali già competenti in materia.
Inviato il 09/06/2017 alle 10:02
Nessuno
Inviato il 09/06/2017 alle 10:06
Continuo a avere forti perplessità sulla fase della peer review di cui avevo già segnalato alcune criticità nei suggerimenti in chiusura del primo MOOC. Non è possibile che allo stesso elaborato sia assegnato in due casi il punteggio di 2/15 e in tre casi il punteggio di 15/15.
Inviato il 09/06/2017 alle 10:29 da Christian Di Maggio
Estendere sensibilmente i tempi di fruizione delle attività, in modo da conciliarle con l'attività lavorativa. Rendere disponibili per il download (o per la fruizione via piattaforma) i contenuti dell percorso formativo (presentazioni, LO) anche dopo il termine del corso.
Inviato il 09/06/2017 alle 10:33
NO
Inviato il 09/06/2017 alle 12:02
Direi che è stato fatto tutto molto bene. Non aggiungerei nient'altro o modificherei nient'altro. Non mi viene in mente niente.
Inviato il 09/06/2017 alle 12:48
La mia Amministrazione non utilizza i dipendenti per il loro vero profilo professionale, trasferisce e sconvolge la vita dei dipendenti senza logica, solo per opportunità Politiche. I corsi a cui ci iscriviamo (non sappiamo neanche se siamo autorizzati), una volta sostenuti e superati dovrebbero essere oggetto di valutazione dell'Amministrazione di appartenenza, ma questo è un'altro mondo. Da Geometra area agricoltura (PSR 2007/2013) sono stato inpiegato in contabilità e gestore delle F.E. Ambiente ed ecosistema (depurazione), ma non mi è stato assegnato neanche il profilo di contabile bensì quello di istruttore Amministrativo. Ma di cosa parlate? Avete belle idee ma e' il Paese sbagliato per attuarle. Eliminerei i Dirigenti incapaci dell'Amministrazione- Fuori i Raccomandati. Saluti
Inviato il 09/06/2017 alle 13:03 da Alessandro Ferrari
Considerato che le valutazioni disomogenee dei colleghi possono inficiare la il risultato finale del corso e quindi vincolare il rilascio dell'attestato, a tal proposito propongo, per i successivi MOOC, i seguneti correttivi: 1. aumentare la granularità delle valutazioni sintetiche che ciascuno di noi può esprimere, nel senso di aggiungere almeno un'altra voce oltre al No, Si, parzialmente e Sì. 2. Nell'algoritmo di calcolo automatico del voto eliminare il voto più basso; 3. Tra le valutazioni peer to peer inserire quella di un tutor oppure di un docente del corso opportunamente indirizzato oltre la sua specifica materia.
Inviato il 09/06/2017 alle 13:38 da Salvatore [Sasà] Barresi
nessuno
Inviato il 10/06/2017 alle 08:22
La valutazione tra pari
Inviato il 10/06/2017 alle 08:36
Da rivedere l'attività di peer review che non semprr porta a valutazioni congruenti.
Inviato il 10/06/2017 alle 08:46 da elisabetta romano
fare laboratorio su caso reale
Inviato il 10/06/2017 alle 09:20 da Annalisa Monni
Ritengo sia opportuno modificare la modalità di valutazione tra pari che ha comportato inspiegabili asimmetrie di punteggio finale
Inviato il 10/06/2017 alle 09:41
Modificherei la valutazione tra pari. Credo che nel modo in cui è strutturata può essere penalizzante...forse meglio una valutazione fatta dai docenti.
Inviato il 10/06/2017 alle 10:10 da Antonio Lanza
Tempistiche da migliorare, il corso online è ottimo ma i webinar durante l'attività d'ufficio sono da rivedere poiché i compiti istituzionali da svolgere hanno la priorità.
Inviato il 10/06/2017 alle 10:51 da Stefano Semeraro
Le video-lezioni sono sicuramente uno strumento didattico migliore delle interviste, che invece dovrebbero essere più centellinate.
Inviato il 10/06/2017 alle 12:04
Sostanziamente positivo il giudizio complessivo. Punto critico appare la peer review, che risulta formativa solo se svolta con un approccio serio e attento da parte di tutti i valutatori per non penalizzare il lavoro svolto
Inviato il 10/06/2017 alle 13:09
Andrebbero eliminate le esercitazioni e le valutazioni tra pari che sono diventate la vera nota dolente di questi corsi, oltre che hanno generato da parte del tutor disparità di trattamento dovuto all'eliminazione della valutazione più sfavorevole solo ad alcuni. É preferibile un test in più che questa modalità. I test, inoltre, non sono stati precisi e non sempre le risposte erano conformi al materiale fornito o comunque lasciavano spazio ad errori perché non vi era corrispondenza perfetta.
Inviato il 10/06/2017 alle 13:20
Non farei valutare le esercitazioni agli utenti, la trovo una metodologia poco obiettiva a discapito dei partecipanti virtuosi.
Inviato il 10/06/2017 alle 15:50
Più tempo tra un modulo didattico e l'altro
Inviato il 10/06/2017 alle 16:08
amplierei le mappe di sintesi per ciascun argomento
Inviato il 10/06/2017 alle 16:53 da antonio moccia
Maggiori riferimenti bibliografici
Inviato il 11/06/2017 alle 01:49
Modificherei la parte dell'esercitazione, fornendo più esempi pre-esercitazione e richiedendo progetti più reali e valutati da personale preparato. Per consentire al di là del voto un apprendimento più completo e più pratico. Perché anche una votazione negativa é costruttiva se motivata adeguatamente in un' ottica formativa.
Inviato il 11/06/2017 alle 17:40
per me <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Inviato il 11/06/2017 alle 23:34 da alberto puzo
Volendo e potendo cancellare la correzione tra pari perchè non si conosce se l'elaborato è stato fatto correttamente, se è stato mal interpretato dal collega, se non è stato letto oppure se è stato dato un valore negativo per puro sfizio. Sarebbe utile che in aggiunta all'attribuzione del punteggio ci sia un commento su come doveva essere espletato oppure se è stato svolto correttamente, a giudizio del collega, successivamente, a chiusura della procedura, l'esperto chiariva lo svolgimento della prova, in modo tale che tutti, sulla base del giudizio supremo, potevano migliorare l'autocritica sul proprio e su quello degli altri per il futuro.
Inviato il 12/06/2017 alle 07:25
Argomenti molto interessanti, ma servirebbe una tipologia di formazione frontale, non on line. Svolgere questi corsi e questi esami nella sede di lavoro non è per niente facile in quanto mal si concilia questa formazione con la comune attività lavorativa, mentre svolgere gli stessi nel tempo libero mal si concilia con gli impegni quotidiani di ciascun lavoratore
Inviato il 12/06/2017 alle 08:13 da daniela nisticò
Questo mooc, a mio avviso, è stato più fruibile del precedente. Occorrebbe puntare più sulle lezioni partecipate (webinar) che sull'approfondimento individuale, considerando che trattasi di un corso per lavoratori che già difficilmente riescono a conciliare i tempi di vita (esigenze familiari) con i tempi di lavoro.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:13
La valutazione tra pari forse dovrebbe avere un impatto inferiore sulla valutazione finale: dai commenti sul forum si è potuto evidenziare il malcontento di molti.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:23
Trovo la modalità del peer review poco efficace. La valutazione dell'elaborato non è fatta da esperti e pertanto potrebbe essere completamente errata rispetto a quanto proposto dal discente.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:27 da Marina Renda
Tempi troppo brevi considerato che tranne il webinar, le lezioni ed i test è impossibile effettuarli nelle ore lavorative. Inoltre il tempo dedicato al corso sicuramente è di molto superiore a quello risultante dagli attestati. Con riferimento agli attestati, gli stessi non rispondono alle esigenze ed alle aspettative dei partecipanti -il riconoscimento nell'ambito lavorativo di un rafforzamento delle competenze e crescita della professionalità- in quanto attestano esclusivamente la partecipazione al corso e non il superamento degli stessi a seguito dei test di verifica.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:29
Suggerisco la modifica del tipo di attestato rilasciato alla fine del percorso formativo.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:42
Le modalità di valutazione utilizzate hanno presentato, a mio parere, non poche criticità, sia in termini di certezza della valutazione dei lavori, sia in termini di scelta dei criteri. Preferirei essere valutato da chi sicuramente ne sa più di me.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:56
Credo che la procedura di valutazione "peer review" abbia validità solo quando i componenti che la seguono sono tutti specialisti della materia di cui si sta trattando. Nell'ambito di un corso, invece, quando attuata dai medesimi discenti con preparazione, conoscenze e competenze molto diversificate, perde molto del suo valore e, per quanto mi riguarda, lascia nel valutato molti dubbi e incertezze sul valore della prova che ha svolto, anche quando la valutazione risulta positiva.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:56
Ho trovato che le attività siano state troppo intense di contenuti per un arco temporale così breve. Inoltre, sia i test sia l'esercitazione, sono state eccessivamente complesse e con opzioni di risposte delle quali, talvolta, almeno due (e non solo una) potevano essere coerenti.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:57
Ho trovato che le attività siano state troppo intense di contenuti per un arco temporale così breve. Inoltre, sia i test sia l'esercitazione, sono state eccessivamente complesse e con opzioni di risposte delle quali, talvolta, almeno due (e non solo una) potevano essere coerenti.
Inviato il 12/06/2017 alle 08:57
no
Inviato il 12/06/2017 alle 09:12
Eliminerei la valutazione tra pari, in quanto crea uno scollamento in termini di valutazione. Subentrano vari fattori tra valutato e valutatore che non spinge a migliorarsi, bensì a rinunciare. I numeri lo dimostrano.
Inviato il 12/06/2017 alle 09:17
La valutazione tra pari è un problema, così come avevo rappresentato al termine del primo corso. Se io sto imparando come posso giudicare il collega con una votazione, che tra l'altro non ho ben inteso? Il voto finale non era quello che volevo assegnare ai colleghi con tutto che il tutor ha cercato di spiegare la cosa. Condivido quanto ha scritto un collega sul Forum e cioè che non può essere dato un voto che pesa alla valutazione tra pari e lo dico sia per chi la fa che per chi la riceve. Eccezion fatta per la valutazione tra pari, nel complesso mi sono trovata benissimo a fare corsi con questa modalità. Pertanto, ringrazio.
Inviato il 12/06/2017 alle 09:22 da MARIA MURRO
Aggiungerei una verifica eseguita da esperti relativa alle esercitazioni individuali
Inviato il 12/06/2017 alle 09:23
Dovrebbe essere rivista la valutazione fra pari, in modo da scoraggiare chi procede alla valutazione in modo superficiale. La valutazione del mio lavoro è stata 11.33/15. Nelle valutazioni ho ottenuto 15/15 mentre in una valutazione 4/15 perché il collega ha detto che non avevo individuato la procedura. Mi è parsa una valutazione superficiale e veloce, che non vi ho segnalato perché comunque avevo superato il corso. Mi dispiace però, perché comunque ho messo impegno ed ho impiegato tempo prezioso nel predisporre l'elaborato accuratamente ed essere valutata in modo frettoloso mi lascia un po' di amaro in bocca.
Inviato il 12/06/2017 alle 09:30
Suggerimenti: - ridurre le prove quali test ed esercitazione (considerato che il corso è svolto durante l'attività lavorativa) - ridurre il peso della valutazione dell'esercitazione con modalità peer review (alcuni partecipanti effettuano la valutazione sottovalutando il peso della stessa sull'esito del corso) - fornire indicazioni più chiare/esaustive in merito all'esercitazione da effettuare - fornire a fine corso i risultati (le risposte corrette) dei test ed un esempio di esercitazione svolta correttamente
Inviato il 12/06/2017 alle 09:39
le lezioni partono da un livello molto alto..accessibili solo da chi opera nel settore ...le correzioni poi....fatte dai pari...non so....
Inviato il 12/06/2017 alle 09:39
le lezioni partono da un livello molto alto..accessibili solo da chi opera nel settore ...le correzioni poi....fatte dai pari...non so....
Inviato il 12/06/2017 alle 09:39
le lezioni partono da un livello molto alto..accessibili solo da chi opera nel settore ...le correzioni poi....fatte dai pari...non so....
Inviato il 12/06/2017 alle 09:43
fermo restando l'importanza di verificare la preparazione dell'utente, ritengo troppo onerosa l'attività di verifica
Inviato il 12/06/2017 alle 09:43
fermo restando l'importanza di verificare la preparazione dell'utente, ritengo troppo onerosa l'attività di verifica
Inviato il 12/06/2017 alle 09:46
innanzitutto visto che l'attività prevedeva l'esecuzione di esercitazioni on line, questionari sui moduli e test finale, sarebbe auspicabile, che nell'attestato finale fosse menzionato di avere svolto con successo le attività previste. Il non prevedere questo ci penalizza molto. Poi il metro di valutazione non può essere cambiato in corso d'opera. I sacrifici e l'impegno profusi non sono stati pochi e non mi sembra corretto che un metro di valutazione (intendo la valutazione tra pari) debba penalizzare alcuni e poi subire degli aggiustamenti per raggiungere l'obiettivo che è quello di superare il corso. Meglio eliminare questo tipo di valutazione.
Inviato il 12/06/2017 alle 09:47 da Giuseppa Scuderi
1) Alcuni attività ( webinar) sono state seguite con difficoltà visto che l'audio e il vidio dei "docenti esperti" ( mi riferisco in special modo al Secondo modulo) era o assente o molto disturbato. Ciò ha influenzato negativamente tali attività. Per il futuro propongo di verificare in anticipo l'efficenza dei mezzi tecnici di chi dovrebbe effettuare l'intervento è qualora si presentino dei problemi di prendere in considerazione l'ipotesi di interrompere la proiezione, risolvere i problemi e/o spostare l'intervento ad altro giorno. 2) Esercitazione e peer review: considerate le tante polemiche pervenute sul forum propongo di togliere tali attivita dalle valutazioni, cioè di inserire queste attività come attività indispensabili per il rilascio dell'attestato di fine corso, senza però attribuire alle stesse un punteggio proprio che concorra al raggiungimento del punteggio finale. Queste attività dovra essere valutata solo con un: * SI attività svolta (per cui si rilascia l'attestato) * NO attività non svolta ( non si rilascia l'attestato) ; aggiungendo inoltre uno spazio e/o riquadro per premettere ai partecipanti di fare delle osservazioni e/o considerazioni sul lavoro svolto. 3) Ai fini della valutazione finale dare maggiore rilievo ai quesiti di fine modulo e/o finali. 4) Prevedere la possibilità di spostare e/o posticipare le date delle verifiche in caso di problemi ( per es.: se a un candidato le credenziali per partecipare al corso vengono trasmesse con molto ritardo sarebbe giusto dare al candidato la possibilità e il tempo di seguire gli interventi)
Inviato il 12/06/2017 alle 09:47 da Giuseppa Scuderi
1) Alcuni attività ( webinar) sono state seguite con difficoltà visto che l'audio e il vidio dei "docenti esperti" ( mi riferisco in special modo al Secondo modulo) era o assente o molto disturbato. Ciò ha influenzato negativamente tali attività. Per il futuro propongo di verificare in anticipo l'efficenza dei mezzi tecnici di chi dovrebbe effettuare l'intervento è qualora si presentino dei problemi di prendere in considerazione l'ipotesi di interrompere la proiezione, risolvere i problemi e/o spostare l'intervento ad altro giorno. 2) Esercitazione e peer review: considerate le tante polemiche pervenute sul forum propongo di togliere tali attivita dalle valutazioni, cioè di inserire queste attività come attività indispensabili per il rilascio dell'attestato di fine corso, senza però attribuire alle stesse un punteggio proprio che concorra al raggiungimento del punteggio finale. Queste attività dovra essere valutata solo con un: * SI attività svolta (per cui si rilascia l'attestato) * NO attività non svolta ( non si rilascia l'attestato) ; aggiungendo inoltre uno spazio e/o riquadro per premettere ai partecipanti di fare delle osservazioni e/o considerazioni sul lavoro svolto. 3) Ai fini della valutazione finale dare maggiore rilievo ai quesiti di fine modulo e/o finali. 4) Prevedere la possibilità di spostare e/o posticipare le date delle verifiche in caso di problemi ( per es.: se a un candidato le credenziali per partecipare al corso vengono trasmesse con molto ritardo sarebbe giusto dare al candidato la possibilità e il tempo di seguire gli interventi)
Inviato il 12/06/2017 alle 09:47
innanzitutto visto che l'attività prevedeva l'esecuzione di esercitazioni on line, questionari sui moduli e test finale, sarebbe auspicabile, che nell'attestato finale fosse menzionato di avere svolto con successo le attività previste. Il non prevedere questo ci penalizza molto. Poi il metro di valutazione non può essere cambiato in corso d'opera. I sacrifici e l'impegno profusi non sono stati pochi e non mi sembra corretto che un metro di valutazione (intendo la valutazione tra pari) debba penalizzare alcuni e poi subire degli aggiustamenti per raggiungere l'obiettivo che è quello di superare il corso. Meglio eliminare questo tipo di valutazione.
Inviato il 12/06/2017 alle 09:47
I dipendenti dovrebbero seguire i "Corsi on line" finalizzati alla formazione lavorativa in orario d'ufficio e non essere costretti a seguirli da casa con un notevole dispendio di energie e tempo extra lavorativo a causa di una carente ed inadeguata strumentazione informatica
Inviato il 12/06/2017 alle 09:49 da Rossella Imperatore
L'esercitazione prevista non era chiara nelle modalità di svolgimento
Inviato il 12/06/2017 alle 09:51
I miei suggerimenti possono scaturire dalle risposte di cui sopra. Grazie di tutto.
Inviato il 12/06/2017 alle 10:14
L'attività richiedeva più tempo di quanto dichiarato per il suo svolgimento corretto. L'insegnamento va affidato ad professionisti del campo e non ad esperti del settore trattato che, spesso, non sanno trasmettere adeguatamente i contenuti.
Inviato il 12/06/2017 alle 10:35
nessuno
Inviato il 12/06/2017 alle 10:37
esempi pratici di quanto descritto nella lezioni, che risultano molto teoriche e spesso mnemoniche indicare anticipatamente il criterio di valutazione dell'esercitazione in modo da indirizzarne correttamente la stesura e rendere maggiore l'efficacia dell'esercitazione che rappresenta l'unico aspetto pratico del corso
Inviato il 12/06/2017 alle 10:41
questo modulo del corso per come strutturato prevedeva delle conoscenze di base molto accurate. il continuo passaggio dal generale ai particolari non ha aiutato chi non aveva esperienza nel settore. penso che avere un ordine e partire da una panoramica generale e poi scendere nel dettaglio avrebbe reso il corso più semplice da seguire
Inviato il 12/06/2017 alle 10:49 da grazia maria vedovato
Personalmente, per il lavoro da me svolto interamente mediante utilizzo del pc, è difficilissimo seguire il corso on line. Sarebbe preferibile almeno poter alternare con qualche giornata formativa che interrompa le attività lavorative, in quanto è praticamente impossibile nell'ambiente di lavoro interrompere le attività al pc per poter seguire il corso. Altra questione riveste le valutazione delle esercitazioni effettuate con i sistema del peer review laddove, per uno stesso elaborate, si verificano valutazioni nettamente discordanti e discoste fra loro. Suggerirei di verificare questi casi richiedendo motivazioni ai valutari delle valutazioni effettuate o chiedere comunque a priori mediante l'aggiunta di uno spazio per le annotazioni in modo da poter verificare le valutazioni ce si ritiene non siano state fatte in modo corretto ed adeguato al tema ed elementi richiesti dall'esercitazione.
Inviato il 12/06/2017 alle 11:01
L'unico suggerimento che mi sento di dare è che sarebbe auspicabile un maggiore controllo nella fase di "peer review", in quanto in alcuni casi le valutazioni sono del tutto infondate e non seguono i criteri predefiniti.
Inviato il 12/06/2017 alle 11:02
eliminerei la verifica alla pari poichè non è costruttiva
Inviato il 12/06/2017 alle 11:08 da Nicola Sinisi
Gentilissime, Gentilissimi, in virtù dell'autorevolezza, della partecipazione e dell'impegno pienamente condivisi, spero che la meritevole coerente "summa" che ne scaturisce, non solo sia custodita nelle nostre consapevolezze ma, sia più chiaramente espressa negli attestati. Con amicizia, sensibilità e lungimiranza, Nicola
Inviato il 12/06/2017 alle 11:09
Ho trovato difficoltà nell'esercitazione. Secondo me poco chiare le indicazioni ed ancora meno i chiarimenti, non si può fare un'esercitazione con il copia/incolla sia del testo o dei bandi già pubblicati. Infatti ho fatto male la mia esercitazione ma ho valutato bene...qualcosa non quadra! Ho anche notato dei problemi tecnici (gli elaborati da valutare mi sono arrivati con il nome dell'autore) ed uno dei test è stato cambiato mentre lo stavo svolgendo. Rimane il problema delle valutazioni, ho visto colleghi dal 15 al 2? Secondo me vanno migliorati i criteri di valutazioni. Il mio 4 nella soddisfazione finale va inteso come: "avrei voluto fare meglio ma non ci sono riuscita". Grazie di tutto
Inviato il 12/06/2017 alle 11:14
Non mi convince il sistema di valutazione tra pari della esercitazione. Sono troppi ristretti i criteri di valutazione e non permettono di dare una valutazione più pertinente. Preferirei che la valutazione sia effettuata da un organismo terzo o dallo stesso ente organizzatore del corso.
Inviato il 12/06/2017 alle 11:21 da Silvia Rhodio
1. Ritengo che alcune domande del questionario finale non fossero attinenti nello specifico con gli argomenti del corso e soprattutto che gli argomenti sottesi a tali domande non siano stati adeguatamente trattati, di conseguenza non è stato corretto presentare un certo tipo di quesiti (sembra quasi che alcune domande siano state poste per far sbagliare gli utenti!); 2. Ci sono diverse difficoltà nell'accedere ad alcuni contenuti (interviste) che limitano la possibilità di usufruire a pieno del corso; 3. La valutazione tra pari è un'arma a doppio taglio, mi dispiace dover dire che ci sono partecipanti che o non capiscono nulla o, più probabilmente, attribuiscono volutamente e senza alcun criterio oggettivo punteggi bassi solo per danneggiare; l'unica soluzione che vedo è quella di eliminare la valutazione tra pari o quantomeno aumentare il punteggio attribuibile al singolo per aver eseguito una valutazione oggettiva e diminuire il peso del punteggio della consegna legato troppo a valutazioni incoerenti degli altri (ad esempio: un peso 50% consegna e 50% valutazione, così da essere più incentivati ad attribuire punteggi oggettivi). 4. Nei webinar trovo assolutamente inopportuno interventi di mezz'ora ciascuno, non si fa in tempo ad abituarsi al modo di presentare gli argomenti di uno dei docenti che già si cambia interlocutore: a mio avviso trovo sia molto più produttivo e con minore perdita di tempo andare a studiare direttamente il materiale fornito (giacché gli utenti siamo al 90% lavoratori di PA o autonomi e si deve conciliare adeguatamente il tempo sottratto al lavoro in senso stretto con la formazione). Meglio un unico docente (bravo nella didattica) che per un'ora e mezza parli di uno o più argomenti. 5. Un attestato che alla fine riconosce solo la "frequenza" di 10 ore di corso (con nemmeno l'indicazione di aver superato i vari test previsti), laddove le ore dedicate sono molte di più (tra interviste, lezioni multimediali e webinar) mi sembra davvero che si "svaluti" il potenziale del corso stesso e la media del tempo che ciascuno di noi deve obiettivamente dedicare. Parteciperò al terzo MOOC ma se non si cambia qualcosa non continuerò la formazione, mi sono iscritta al corso perché ritengo che gli argomenti siano strettamente funzionali e utili alle mansioni che svolgo all'interno della PA in cui presto servizio, ma i vantaggi devono essere superiori agli oneri di vario tipo che si devono sopportare.
Inviato il 12/06/2017 alle 11:37
eliminerei la revisione tra pari
Inviato il 12/06/2017 alle 11:55 da Maria Rosaria Naviglio
Il testo della prova dovrebbe essere reso più comprensibile nella richiesta, magari con uno schema semplificativo dei passaggi. Questo renderebbe la prova più efficace perché: 1_ permette di mettere a frutto l'apprendimento senza arrovellarsi e perdere tempo nell' interpretare ciò che è effettivamente richiesto; 2_ permetterebbe anche a chi deve valutare i colleghi di non essere "cattivo" e/o comunque non dare e non ricevere punteggi troppo arbitrari. Ritengo, nel complesso, questa modalità molto valida perché si adatta agli impegni lavorativi e fornisce utile documentazione di base.
Inviato il 12/06/2017 alle 12:14 da maria rosaria nese
La peer review - sia nel ruolo 'attivo' che 'passivo' - non deve portare all'attribuzione di un voto, ma deve avere solo valore di esercitazione. Considerato l'elevato numero dei partecipanti e, dunque, la difficoltà di una valutazione 'centralizzata', la prova finale a cui attribuire un voto può consistere in più test a risposta multipla sui contenuti del corso, il cui risultato non deve essere inferiore ad un dato valore medio (superiore alla sufficienza o più).
Inviato il 12/06/2017 alle 12:20
L'assegnazione del punteggio derivante dalla valutazione dell'esercitazione on line dovrebbe essere effettuata da esperto. Manterrei comunque l'esperienza dell'esercitazione on line con visualizzazione dei lavori svolti da altri partecipanti per un utile ed efficace confronto.
Inviato il 12/06/2017 alle 12:26
Aggiungerei la possibilità, per chi ne fa richiesta, di avere l'attestato del Corso che riposta la valutazione ottenuta.
Inviato il 12/06/2017 alle 12:30
Per i prossimi MOOC: - Allungare la durata dei corsi; - Lasciando almeno una settimana "libera" tra la fine di un corso e l'avvio del successivo; - in fase di programmazione: selezionare e predisporre materiali dai contenuti il più possibile personalizzati e attinenti il lavoro concretamento svolto dal target dei partecipanti; - maggiore attenzione ad esercitazioni e peer review. Premliminarmente, dando indicazioni sul dove trovare esempi e risposte e individuando esercitazioni il più possibile attinenti al lavoro realmente svolto dalla maggior parte dei corsisti. Ex post prevedendo - se i numeri dei partecipanti lo permettono - una validazione dei punteggi attribuiti ai partecipanti o quantomeno un campo dove il revisore viene chiamato a spiegare il motivo del voto assegnato; - In ogni caso, escludere le valutazioni tra pari dagli elementi che determinano il punteggio finale da attribuire ai partecipanti, lasciando il punteggio solo come elemento di riferimento; - sull'attestato, richiedere agli sviluppatori un modello unico specifico per i corsi on line, con l'inserimento di una frase comune, anche generica, sul superamento dei test intermedi e finali, molto utile per aumentare l'appetibilità dei corsi nella prospettiva delle progressioni professionali interne alle amministrazioni.
Inviato il 12/06/2017 alle 12:34
ritengo che l'impegno richiesto in termini di ore di contenuti multimediali sia stato sia stato eccessivo. nonostante riconosca l'indubbia utilità di questa attività formativa, ho avuto qualche difficoltà a conciliarla con altre mie scadenze lavorative (e a giustificarne la fruizione...per ore con gli auricolari davanti al pc). personalmente avrei sintetizzato il racconto delle esperienze tramite i webinar. ben fatte le dispense-pdf messe a disposizione. ottima l'assistenza informativa e tecnica fornita da Marco
Inviato il 12/06/2017 alle 13:30
Le domande dei test spesso danno l'impressione di essere concepite con la logica dei "trabocchetti", tipo quiz della patente, piuttosto che essere finalizzate a verificare la reale comprensione degli argomenti. Eliminerei l'esercitazione a distanza, così come strutturata, in quanto la valutazione peer review non mi sembra garantire oggettività e certezza e non prevede un confronto post-valutazione. Peraltro la modalità di attribuzione dei punteggi dell'esercitazione è fortemente penalizzante, visto che per ciascun criterio o si prende il massimo (5/5 punti) oppure un punteggio non sufficiente (2/5 punti o 0/5 punti). Infine l'attestato rilasciato a fine corso non dà atto del fatto che sono stati superati dei test (per quanto in modalità online) e è stata fatta una esercitazione (che richiede notevole impegno e tempo)
Inviato il 12/06/2017 alle 13:33
Sarebbe utile prevedere la possibilità di svolgere l'esercitazione finale in un intervallo temporale più ampio (soprattutto in vista del periodo di ferie estive alle porte...)
Inviato il 12/06/2017 alle 13:33 da PASQUALE MAGNATI
porre maggiore attenzione alla definizione, per l'esercitazione, di un range di voti che sia coerente. in altri termini prevedere 3 fasce di valutazione con valori 0-2-5 porta a questo risultato se prendi tre fasce intermedie ottieni 6 su 15 che non corrisponde alla sufficienza (infatti la sufficienza è 9/15)
Inviato il 12/06/2017 alle 13:41 da Giuseppe Calabrò
La possibilità di accedere lezione per lezione alla norma di riferimento, non come articolato complessivo, ma dell'articolo o degli articoli specifici all'argomento e o all'esposizione. Qualche volta nei test la domanda a cui bisogna dare risposta è compiutamente esaustiva della richiesta.
Inviato il 12/06/2017 alle 14:01
Le ore programmate per le attività sono poche se si considerano le esercitazioni e gli elaborati da presentare. Gli attestati per essere pienamente "spendibili" nella PA non possono essere concepiti meramente come attestati di frequenza ma devono contenere la dicitura che il corso ha previsto delle esercitazioni e che il candidato ha superato le prove .
Inviato il 12/06/2017 alle 14:37 da Rosa Tolone
A mio parere la valutazione peer to peer non funziona. Gli elaborati non vengono valutati in modo corretto da tutti i partecipanti, vanificando il lavoro svolto dagli altri.
Inviato il 12/06/2017 alle 14:50 da TERESA VALENTINO
ELIMINEREI LA PEER REIEW PERCHE' ANCORA UNA VOLTA LE VALLUTAZIONI SONO DISCORDANTI TRA LORO. C'E' CHI DA' LA GIUSTA IMPORTANZA ALLA CORREZIONE E CHI INVECE HA FRETTA DI CONCLUDERE E SELEZIONA VALUTAZIONI PALESEMENTE ERRATE. NON APPREZZO IL FATTO CHE LE INTERVISTE NON SIANO ACCOMPAGNATE SEMPRE DA MATERIALE DA POTER STAMPARE PERCHE' IO MI STO FORMANDO PER LO PIU' A CASA E PRENDERE APPUNTI IN DIRETTA MI PORTA VIA UN'ORA E MEZZA A INTERVISTA... CREDO CHE A VOLTE I QUESTIONARI NON FACCIANO DOMANDE SU CONCETTI IMPORTANTI MA SU INFORMAZIONI DI DETTAGLIO.
Inviato il 12/06/2017 alle 15:09
Non condivido la valutazione tra pari, soprattutto se la stessa viene fatta con poca serietà e attenzione. Inoltre, pecca di professionalità il comportamento adottato dal Formez con la modifica delle"regole di partecipazione" in corso d'opera. Modificare la valutazione delle esercitazioni, anche con una semplice eliminazione dello zero, è stata un 'offesa sia all'intelligenza delle persone che al lavoro che ognuno di noi ha fatto. E' stata dimostrata superficialità e poca serietà.
Inviato il 12/06/2017 alle 15:09
Non condivido la valutazione tra pari, soprattutto se la stessa viene fatta con poca serietà e attenzione. Inoltre, pecca di professionalità il comportamento adottato dal Formez con la modifica delle"regole di partecipazione" in corso d'opera. Modificare la valutazione delle esercitazioni, anche con una semplice eliminazione dello zero, è stata un 'offesa sia all'intelligenza delle persone che al lavoro che ognuno di noi ha fatto. E' stata dimostrata superficialità e poca serietà.
Inviato il 12/06/2017 alle 16:08
Modificherei l'esercitazione e la peer review
Inviato il 12/06/2017 alle 19:27
la valutazione peer to peer è un valore aggiunto al corso, tuttavia sarebbe opportuno inserire un campo note per consentire di spiegare quali sono i motivi che determinano alcune scelte nella valutazione
Inviato il 12/06/2017 alle 21:58 da Graziella Ruvutuso
Aggiungerei all'interno della peer review i commenti alle valutazioni date e magari la possibilità di un confronto in contraddittorio perché penso che, la maggior parte di noi, quando abbia fatto valutazioni non condivise da chi le ha ricevute o non simili agli altri l’ha fatto per buoni motivi e sarebbe bene conoscerli ed avere la possibilità di contestarli; solo così potremmo comprendere e non ripetere gli errori fatti siano essi nelle esercitazioni o nelle valutazioni.
Inviato il 13/06/2017 alle 07:35
Purtroppo il tempo a disposizione è poco e anche se interessanti non si possono seguire tutti nei tempi e nei modi richiesti.
Inviato il 13/06/2017 alle 13:05
la pesatura delle attività (punteggi) per superare il corso sono stati cambiati verso la fine del corso, ciò ha comportato perdita di molto tempo sull'esercitazione in quanto essenziale per superare il corso, poi invece bastavano i test. sulle mail del tutor c'era un punteggio, sulle domande frequenti un'altro: confusione. il testo dell'esercitazione non era chiaro (troppo vago); confusione tra le spiegazione dell'esercitazione da parte degli esperti e tutor, direi quasi discordanza. il riferimento alle slide delle video-lezioni non mi ha aiutato più di tanto mancava qualcosa, tanto tanto tempo perso per capire dove trovare il riferimento, forse meglio slide dott. tarantino. Per il resto, tutto bene.
Inviato il 13/06/2017 alle 17:04 da Simona Piumatti
Ho trovato in alcuni momenti che il corso richiedeva tempi un po' stretti nel procedere con le attività, in particolare per la consegna dell'esercitazione. Sono rimasta un po' delusa dalla peer review, nonostante l'ottimo e competente supporto del tutor e l'utilità formativa di questo tipo di valutazione, ritengo che non debba incidere troppo sulla valutazione finale.
Inviato il 14/06/2017 alle 09:17
In questo secondo MOOC è stato dato meno tempo a disposizione per l'esercitazione rispetto al primo MOOC. Inoltre, propongo di aggiungere nella scheda individuale utente le votazioni dei vari MOOC integrate dal massimo valutazione in centesimi ...es. 70/100 visto che i punteggi massimi di valutazione differiscono fra i MOOC finora effettuati.
Inviato il 14/06/2017 alle 11:01
I contenuti del corso sono stati affrontati in maniera molto generica con disponibilità temporale molto limitata. Tale corso potrebbe essere adeguato per dare un'idea generale sulla programmazione 2014-2020- , certo non per dare soluzione alle problematiche che afferiscono i funzionari degli enti pubblici che danno attuazione ai fondi comunitari. Inoltre, per quanto riuarda la modalità di valutazione, anche se può sembrare una modalità innovativa, ritengo non idonea all'obiettivo, perchè penso che essa vada comunque disposta da coloro che hanno una conoscenza approfondita dell'argomento non certo da parte di coloro che partecipano al corso e che hanno competenze diverse, disparate e certamente non qualificate per essere valutatore, quantunque tale valutazione sia stata in parte normalizzata.
Inviato il 14/06/2017 alle 12:37
Eliminerei la prova di peer review poiché comporta troppa disomogeneità nella fase di valutazione e appesantisce il corso.
Inviato il 14/06/2017 alle 12:40
Nulla
Inviato il 14/06/2017 alle 13:04
Nessuno
Inviato il 14/06/2017 alle 13:38
Allungherei i tempi di disponibilità' della documentazione messa a disposizione sul.sito.
Inviato il 14/06/2017 alle 13:57
Eliminerei l esercitazione finale in quanto il tempo da dedicare per poter assimilare le competenze necessarie ritengo non sia sufficiente
Inviato il 15/06/2017 alle 09:16
Segnalo che alcune domande, in particolare dei test 1 e 2 non erano poste correttamente e, in alcuni casi, delle risposte proposte nessuna era realmente corretta, generando incertezza nella scelta
Inviato il 15/06/2017 alle 11:11 da Silvia Bonapersona
Eliminerei la peer review come già scritto nel corso precedente. Aumenterei di una o due settimane la durata dei corsi perché sono piuttosto intensi e non è facile conciliarli con l'attività lavorativa.
Inviato il 15/06/2017 alle 16:37
modificherei i tempi per il completamento dell'attività formativa (scadenza troppo ravvicinata dei test e della esercitazione) ed il sistema di valutazione "tra pari" integrandolo con una valutazione da parte di un docente. Inoltre non ritengo necessaria/indispensabile l'attività tramite webinar
Inviato il 16/06/2017 alle 08:52
suggerisco di applicare tempi un po' meno stringenti per l'esecuzione delle varie esercitazioni da parte dei partecipanti, in modo da conciliare più facilmente la frequenza dei corsi e relativi adempimenti previsti con le scadenze proprie della corrente attività lavorativa.
Inviato il 16/06/2017 alle 09:46
Materiale didattico striminzito.
Inviato il 19/06/2017 alle 09:41
Rivaluterei la valutazione tra pari, nel senso che non farei incidere la stessa sul voto finale.
Inviato il 20/06/2017 alle 08:07
La valutazione "tra pari" mi ha penalizzato in quanto ho ricevuto (sia nel primo MOOC che nel secondo) valutazioni oggettivamente inadeguate. Nonostante la mia richiesta formalizzata tramite mail mi sarei aspettato una revisione del punteggio da parte degli esperti.
Inviato il 26/06/2017 alle 00:03
La valutazione dei colleghi di corso non entrata oggettiva. Dopo la chiusura delle valutazioni rendere visibile il valutagore
Inviato il 27/06/2017 alle 12:26
E' il secondo MOOC che seguo con questa modalità, test, esercitazione e valutazione tra pari. E' proprio quest'ultima fase che andrebbe rivista, è senz'altro stimolante ma andrebbe motivata meglio, magari con l'inserimento di campi ad uso del gruppo di valutatori e valutato.
Inviato il 03/07/2017 alle 08:16
Ho sempre un po' di difficoltà nelle prove, poiché non lavoro direttamente nel sistema dei Fondi. Se ci fosse più esempi o prove di allenamento per me sarebbe meglio
Inviato il 04/07/2017 alle 11:15
ci dovrebbe essere più tempo disponibile, maggiore flessibilità nella chiusura delle esercitazioni
Inviato il 13/07/2017 alle 00:14 da carmine grassino
oddio, il primo corso è stato molto più chiaro, il secondo ( questo ) e il SIGECO mi lasciano leggermente perplesso sul tipo di linguaggio troppo tecnicisticoooooo , segui un corso per capire , a volte mi sembrano esercizi dialettici tra esperti , comunicare in modo semplice aiuta la vita e la giornata
Inviato il 25/07/2017 alle 10:45
Io tenterei di migliorare, o almeno di fare in modo che venga in qualche maniera monitorata, la valutazione alla pari delle esercitazioni, la quale spesso appare assolutamente incoerente . Grazie